Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato per venerdì nuove e più stringenti norme per palestre e centri sportivi. Tra le altre, potrebbero esserci anche quelle proposte da ANIF EuroWellness, l’associazione di categoria legata a Confindustria. “Non che servissero altre regole, ma se è utile a far sentire ancora più sicure le persone…”, ragiona il presidente, Giampaolo Duregon, che ricorda “i risultati di un’indagine sul contagio nelle palestre italiane da noi condotta: solo un frequentatore su mille è risultato positivo“. Nuove norme non spaventano nemmeno i titolari. Nel centro del gruppo GetFit di via Lambrate a Milano, le novità introdotte fin dal primo giugno sono tante, ma i clienti sembrano apprezzarle e, assicurano i titolari, contribuiscono a farle rispettare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Poche piazzole e niente visori: l’elisoccorso notturno nelle Marche è un flop. E il primo volo ha avuto tempi più lunghi dell’ambulanza

next
Articolo Successivo

Autocertificazione, il modulo per spostarsi in Lombardia, Lazio e Campania durante il coprifuoco

next