I telespettatori che alle 14.20 di oggi si sono sintonizzati su La7 per vedere “Tagadà” sono rimasti delusi. Il talk show condotto da Tiziana Panella non è andato in onda, al suo posto spazio all’ennesima riproposizione del film “Il Socio”. La puntata di oggi è dunque stata cancellata e il motivo è da ricercare nel protocollo anti-Covid. La notizia è stata comunicata ufficialmente dall’account twitter di La7: “Al fine di permettere i dovuti controlli sanitari oggi – martedì 6 ottobre 2020 – La7 ha deciso, a scopo precauzionale, di non mandare in onda il consueto appuntamento con Tagadà di Tiziana Panella.”

Misura necessaria per verificare l’eventuale positività al virus dei collaboratoti del programma di approfondimento, un modo per tutelare l’intero gruppo di lavoro, dal cast fisso agli ospiti fino alle maestranze. L’assenza è durata però solo un giorno perché la situazione sembra essere sotto controllo, come ha assicurato il direttore di La7 Andrea Salerno sempre sui social: “Domani Tagadà andrà regolarmente in onda.”

Ieri il direttore de La Stampa Massimo Giannini aveva comunicato la sua positività al Covid, esperienza che ha raccontato, da remoto, a Lilli Gruber nella puntata di Otto e mezzo. La pandemia ha condizionato il lavoro in onda e dietro le quinte di tutti i programmi televisivi che hanno continuato in questo inizio di stagione a registrare nuovi casi. Ballando con le Stelle ha dovuto rinviare la sua partenza dopo la positività ai tamponi del pugile Daniele Scardina e del ballerino Samuel Peron. Problemi anche per un autore del Grande Fratello Vip, stop breve alle registrazioni per i Soliti Ignoti.

Nei giorni scorsi due casi positivi al Tg1, una situazione allarmante a Saxa Rubra con la preoccupazione di centinaia di collaboratori delle strutture giornalistiche. Un impiegato dopo essersi sentito male al lavoro era stato trasferito in terapia intensiva, si era poi aggiunta un’altra impiegata positiva.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Instagram, come cambiare l’icona sullo smartphone: la nuova funzione per i suoi 10 anni

next
Articolo Successivo

Luciana Littizzetto: “Rotula sbriciolata come un wafer, dovrò rioperarmi”

next