Annunciata nel mese di giugno, la funzione dei tweet vocali arriva finalmente su iOS. Dove fino ad ora era stata resa disponibile da Twitter solo per un numero ristretto di utenti, che hanno svolto funzioni di beta testing fornendo i feedback necessari agli sviluppatori per mettere a punto la funzione. E per Android? La società dichiara di essere al lavoro ma che bisognerà attendere il 2021.Secondo Twitter, a volte può succedere che 280 caratteri non siano sufficienti a spiegare un concetto o a trasmettere una notizia e allora ecco la possibilità di integrare il testo con un messaggio vocale.

Il funzionamento è molto semplice. È sufficiente aprire la sezione dedicata ai nuovi post, cliccare sull’icona delle onde sonore e iniziare a registrare. Come per i tweet scritti, anche in questo caso c’è un limite: 140 secondi. È comunque possibile continuare a parlare oltre questo tempo, ma il sistema spezzetterà automaticamente l’audio creando una discussione. Una volta terminato, bisognerà ovviamente cliccare sul pulsante “Fine”. L’immagine del profilo verrà visualizzata come immagine statica sulla clip audio.

Gli altri utenti vedranno il tweet vocale nella loro Home. La riproduzione inizierà in una nuova finestra posta in una barra inferiore in modo da poter continuare ad ascoltarla mentre si scorre la pagina. Insomma, sarà possibile ascoltare il tweet mentre si fa altro e anche se si esce dalla popolare app.

Twitter ha anche accolto le critiche fatte che menzionavano la mancanza di accesso a questa funzione da parte di persone con disabilità e si è messa al lavoro per rendere la propria piattaforma più inclusiva. Nello stesso post, ha annunciato di aver creato dei team dedicati e di aver in programma l’aggiunta dei sottotitoli automatizzati ai video e messaggi vocali entro l’inizio del 2021.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Xiaomi Mi 10T Lite, ufficiale lo smartphone 5G economico

next