La C5 Aircross Hybrid ed è l’apripista della casa del doppio Chevron verso il mondo dei veicoli elettrificati. Con questo suv ibrido plug-in Citroën punta ad ampliare la propria gamma con un’offerta che spazia dal motore termico all’ibrido fino ad arrivare in un futuro ad un 100% elettrico.

Equipaggiata con il tradizionale motore termico, la C5 Aircross, aveva già conquistato il pubblico per il confort di guida, grazie alle sospensioni con Progressive Hydraulic Cushions e ai sedili Advanced Comfort, oggi, con la versione Hybrid si arriva a 20 tecnologie di assistenza alla guida e si ampliano i sistemi di connettività, non solo verso l’esterno ma anche verso il proprio device con nuove funzioni da remoto. Attraverso l’applicazione My Citroën che consente operazioni come il pre-condizionamento si può trovare l’abitacolo piacevolmente climatizzato. Sempre dal telefonino si può programmare la ricarica e monitorare informazioni come la capacità della batteria, il livello carburante, chilometraggio e localizzazione in tempo reale del veicolo.

La C5 Aircross Hybrid plug-in punta tutto sulla versatilità e alla guida a zero emissioni: 55 chilometri di autonomia nel silenzio assoluto. Quando si viaggia si può scegliere tra le modalità di guida sport, hybrid e zero emissioni. In città ci si può spostare sfruttando la modalità 100% elettrica, con una guida fluida, silenziosa e con zero emissioni. Per i lunghi viaggi l’uso del motore a benzina fa sparire l’ansia da ricarica della batteria.

Sotto i tre sedili posteriori individuali, scorrevoli, inclinabili, ripiegabili a scomparsa è alloggiata la batteria da 13,2 kWh a ioni di litio: questa soluzione permette di limitare l’occupazione del bagagliaio “best in class” (da 460 a 600 litri e 120 litri in meno della tradizionale configurazione termica).

Il tempo di ricarica è ottimizzato: con una presa domestica standard, la batteria si ricarica in una notte, tra le 4 e le 7 ore. Con la Wall Box da 32 A e con il caricatore opzionale da 7,4 kW, la ricarica richiede meno di 2 ore.

Sotto il cofano trova spazio un motore benzina PureTech 180 1.6 da 108 Cv e una power unit elettrica da 80 kw, insieme sviluppano 225 Cv di potenza. Equilibrata e brillante. Silenziosa e molto comoda nei viaggi e negli spostamenti in città, briosa nel misto e con il cambio automatico elettrificato a 8 rapporti con palette al volante è piacevolmente divertente.

Secondo la casa francese le emissioni di C02 sono pari a 32 g/km e i consumi di 1,4 l/100 km, valori misurati su ciclo WLTP. Le prime consegne sono programmate alla fine del primo semestre 2020. Per quanto riguarda l’acquisto, il prezzo in promozione di C5 Aircross Hybrid è pari a 34.550 euro, grazie all’Ecobonus Citroën di 7.000 euro sul prezzo di listino, comprensivo di Ecobonus statale.

Oltre al classico finanziamento, per i clienti privati è prevista, come per i clienti business un’offerta di noleggio a lungo termine che comprende assicurazione RCA, antifurto con polizza incendio e furto; manutenzione ordinaria e straordinaria presso la rete Citroen autorizzata; assistenza stradale 24h/24; tassa di proprietà; auto sostitutiva in caso di guasto; gestione sinistri. La Citroen C5 Aircross Hybrid è disponibile negli allestimenti Feel e Shine, a partire di 41.900 euro.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili