Dopo una caduta in casa è stato costretto a restare in ospedale per diverse settimane. E ora finalmente Ciccio Graziani parla ai suoi fan con un video pubblicato su Facebook nel quale, prima di tutto, li ringrazia per l’affetto. Il ricovero nel reparto rianimazione dell’ospedale di Arezzo è avvenuto per la brutta caduta che è costata al mister la frattura di alcune costole. “Non ho parole per ringraziarvi di tutto l’affetto, la stima e la simpatia che mi avete dimostrato in questo momento così difficile della mia vita. A volte ci sentiamo talmente forti e liberi che non diamo la giusta importanza ai pericoli che corriamo – le parole di Graziani nel video – Che sia una scala o un muretto, non salite oltre i due metri di altezza perché è davvero pericoloso. Io sono caduto da sei metri e mezzo e il buon Dio mi è stato vicino. Senza di Lui non starei a raccontarvi questa avventura: ha detto a un angelo di aiutarmi, ha fatto in modo tale di attutire il colpo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renato Zero: “Achille Lauro? Io cantavo la periferia, non ero un clown”

next
Articolo Successivo

Gabriel Garko dopo il ‘coming out’: “Camminerò con altre gambe… non ho detto tacchi”

next