Non si parla che di lui. Gabriel Garko e la sua entrata nella Casa del Grande Fratello per quello che molti hanno definito un “coming out a metà” (l’altra metà sarà probabilmente fatta a Verissimo nella puntata del 3 ottobre). L’attore ha letto una lunga lettera ad Adua del Vesco, sua ex attualmente dentro la Casa: “Ora mi sento libero di vivere la mia vita, con te come amica, come siamo sempre stati. Tanti lo chiamano “il segreto di pulcinella”. Vorrei avere la possibilità di dire perché è stato un segreto. E ti dico una cosa, la verità scavalcherà ogni segnale di omertà”. E l’attore è tornato a scrivere su Instagram: “Un grazie speciale… perché ora grazie al vostro sostegno rimparerò a camminare con altre gambe… e non ho detto tacchi… ( per i più maligni) ???????????? Un bacio di cuore sostenendo la promessa del post precedente“. Nel post precedente Garko ha promesso ai suoi follower di far vincere la verità.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ciccio Graziani dopo la caduta: “Il buon Dio ha detto a un angelo di attutire il colpo”

next
Articolo Successivo

Mangia le “bacche della morte” e finisce in terapia intensiva. Ecco cos’è “l’albero della morte”

next