“Lo studio del Cts, a me, alla metà di febbraio, è stato presentato dal delegato delle Regioni. Questo studio è stato fatto dal Cts e dentro il Cts c’è una rappresentanza delle Regioni e la persona che me lo ha presentato è un esponente della principale Regione del nostro paese in termini di abitanti che, come è noto, non appartiene alle forze che sostengono il nostro governo”. Lo ha dichiarato, a proposito dello “studio segreto” di febbraio con le previsioni sulle vittime del Covid, il ministro della Salute Roberto Speranza alla Festa del Fatto Quotidiano in risposta alla lettera di Matteo Salvini, pubblicata dal Corriere della Sera, in cui il leader della Lega ha attaccato: “A Palazzo Chigi avevano elementi allarmanti sulle conseguenze del Covid nel nostro Paese, ma il presidente del Consiglio si è preso l’enorme responsabilità di non condividere ufficialmente le informazioni nemmeno con i presidenti di Regione”.

Il ministro è stato intervistato da Gad Lerner e Maddalena Oliva alla Festa del Fatto Quotidiano (rivedi l’incontro integrale)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Speranza alla Festa del Fatto: “Costruire un nuovo campo democratico e progressista che tenga insieme ciò che va dal Pd ai 5 Stelle”

next
Articolo Successivo

Festa del Fatto Quotidiano, Speranza: “A febbraio ci dicevano che esageravamo a fare le zone rosse nel Lodigiano e in Veneto”

next