Mi dispiace che la mia normalità sia considera come anormale. Fino a qualche tempo fa le ragazze vedevano le modelle, tutte molto magre, e cercavano di imitarle. Ma oggi non è più così: bisogna essere se stessi”. Sono le parole di un intervento social di Valentina Ferragni, sorella di Chiara, che è stato molto apprezzato. La ragazza manda un messaggio che non si ripete mai abbastanza: “Non mi sento sbagliata solo perché ho preso qualche chilo in più. Magari dimagrirò, vado in palestra ma di fatto mi godo la vita (…) A volte capita che qualcuno mi fermi per strada e mi chieda una foto quando sono struccata. Poi la pubblicano sui social e scrivono: “Guardate quanto è brutta”. Allora mi chiedo, perché hanno voluto fotografarsi con me? Solo per insultarmi? Eppure davanti a me nessuno ha mai detto: “Vale non mi piaci”. Magari non rappresento l’idea di perfezione ma preferisco essere imperfetta e accettarlo. Noi donne non riusciamo mai a volerci bene abbastanza…”. Un post che ha fatto il pieno di like e che in molti hanno condiviso tanto che la stessa Valentina ha ringraziato con una Instagram story per aver capito il suo messaggio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Francesco Guccini: “Spero che le scuole non richiudano subito. Procedure per la riapertura ancora in alto mare”

next
Articolo Successivo

La foto di Mattia, il Paziente 1 del covid, con sua figlia e sua moglie: “Viva l’Italia, grazie”

next