Da qualche tempo soffro di una lieve depressione e sta cercando di combatterla“. È Michelle Obama che parla. Si facciano avanti quelli pronti a dire che “no, una ex first lady così popolare e amata e madre e avvocatessa di successo” non può soffrire di depressione. Come se la depressione non avesse niente a che vedere con chi vive una vita “stuccata” con la fortuna. “La depressione è una malattia dell’affanno, dell’energia“, per dirla come David Foster Wallace. Capita a tutti. È democratica e stronza. E così Michelle Obama ha la sua e lo ha raccontato lei stessa durante il suo podcast su Spotify, in una puntata dedicata alla salute mentale. Quanto poco se ne parla di questo tema, non trovate? Secondo la Lancet Commission, i disordini mentali sono in forte crescita a livello globale. Una crescita definita “drammatica” quella degli ultimi 25 anni. Stando ai dati del World Mental Day dell’OMS, le patologie psichiatriche più frequenti sono la depressione, la schizofrenia e le sindromi nevrotiche e somatoformi . “Le condizioni di vita delle persone con disagio mentale non dipendono solo dalla gravità della malattia ma anche dal grado di accettazione all’interno della famiglia e della società, accettazione spesso ridotta a causa della discriminazione di cui vengono fatte oggetto”. Perché ancora oggi parlare di depressione genera reazioni come “ma se ha tutto quello che si possa desiderare!” (vedi il caso di Michelle), sui social media è tutto un citare ansiolitici, benzodiazepine e altri farmaci quasi per divertimento, quasi come facesse “figo”. “Cerco di combattere questo stato con la routine, ma spesso ho problemi di sonno, mi sveglio nel pieno della notte in stato di ansia, e ho problemi, per esempio, nel seguire il mio programma di esercizi fisici”, ha raccontato la ex first lady degli Stati Uniti. Proprio lei, non una ex first lady qualunque. Michelle Obama.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giuseppe Conte e la fidanzata Olivia Paladino insieme al mare: gli scatti “rubati” in costume

next
Articolo Successivo

Su Instagram arrivano i Reels: ecco cosa sono e perché ‘sfidano’ Tik Tok

next