Oggi su Amazon è possibile acquistare il Nokia 5.3 , un interessante smartphone proposto al prezzo di 184,90 euro anziché 209 euro: in pratica uno smartphone di fascia media proposto al costo di un entry level.

Ma cosa ci si può portare a casa con questa spesa? Uno smartphone con display LCD di tipo IPS da 6,55 pollici di diagonale e risoluzione HD+ (1600 x 720 pixel), con fotocamera frontale da 8 Mpixel integrata in un notch a goccia centrale, processore di fascia media Qualcomm Snapdragon 665, abbinato a 4 GB di RAM e a 64 GB di memoria interna, espandibile tramite schede microSD e comparto fotografico posteriore composto da quattro fotocamera: principale da 13 Mpixel, secondaria da 5 Mpixel e poi macro da 2 Mpixel e sensore per i dati sulla profondità di campo, sempre da 2 Mpixel.

Ma c’è di più: Nokia 5.3 fa parte del programma Android One, e questo rappresenta un duplice vantaggio: da una parte, infatti, mette a disposizione un’interfaccia grafica molto vicina a quella stock del robottino verde, per cui molto semplice da utilizzare ed estremamente leggera per la piattaforma hardware. Dall’altra parte garantisce allo smartphone almeno 18 mesi di aggiornamenti e una major release, per cui questo dispositivo riceverà Android 11.

E poi ancora troviamo un modulo NFC per i pagamenti in mobilità, supporto dual SIM, radio FM, jack audio da 3.5 mm e porta USB-C, oltre a una batteria da 4000 mAh che dovrebbe garantire un’ottima autonomia. Difficile chiedere di più per 184,90 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dynabook Satellite pro L50-G: buon display e prestazioni che rispettano le attese, un plus lo sportellino copri-webcam

next
Articolo Successivo

Covid, “l’intelligenza artificiale per prevedere i casi fatali”: scienziati cinesi al lavoro

next