HMD Global, azienda finlandese che ha acquisito i diritti di produrre dispositivi a marchio Nokia, ha annunciato oggi i nuovi smartphone Nokia 8.3 5G, 5.3 e 1.3, che inizialmente avrebbero dovuto esordire lo scorso febbraio durante il Mobile World Congress di Barcellona. Il più interessante dei tre è indubbiamente Il Nokia 8.3, smartphone di fascia medio-alta che è anche il primo con modulo 5G del brand finlandese.

Il Nokia 8.3 5G è uno smartphone di fascia medio-alta ed utilizza un pannello PureDisplay con diagonale di 6,81 pollici e risoluzione Full HD+ (2400 x 1080 pixel), appena interrotta da un foro nell’angolo superiore a sinistra, in cui è ospitata la fotocamera frontale, basata su un sensore da 24 Mpixel. Per quanto riguarda la dotazione hardware invece, lo smartphone utilizza un processore octa core Qualcomm Snapdragon 765G, abbinato ad un modem 5G, a 6 o 8 GB di RAM e 64 o 128 GB di spazio dedicato all’archiviazione dei dati, ulteriormente espandibili con schede microSD. Posteriormente infine troviamo quattro fotocamere con ottiche Zeiss e sensori da 64 Mpixel (standard), 12 Mpixel (ultra grandangolare), 2 Mpixel (macro) e sempre 2 Mpixel per la raccolta dei dati di profondità di campo.

Presenti infine anche i moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 5.0, GPS, NFC ed LTE, lettore di impronte digitali sistemato lateralmente, jack audio da 3,5 mm e, porta USB Type-C. La batteria ha un valore di 4500 mAh, mentre il sistema operativo è Android 10. Lo smartphone sarà disponibile in estate a un prezzo di 599 euro per l’allestimento base (6+64 GB) e 699 euro per l’allestimento top gamma (8+128 GB).

Passando al Nokia 5.3, troviamo uno smartphone di fascia media con display da 6,55 pollici con risoluzione HD+ da 1600 x 720 pixel, discretamente interrotto da un notch a goccia per la fotocamera frontale da 8 Mpixel. Cuore del dispositivo è il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 665, affiancato, a seconda dell’allestimento, da 3, 4, o anche 6 GB di RAM, e da 64 o 128 GB di memoria dedicata allo storage ed ulteriormente espandibile tramite slot microSD. Il Nokia 5.3 ha poi anche moduli WiFi 802.11ac, Bluetooth 4.2, GPS, NFC e LTE.

La dotazione è poi completata da quattro fotocamere posteriori da 13 Mpixel (standard), 5 Mpixel (ultra grandangolare), affiancati dai classici due moduli da 2 Mpixel rispettivamente per scatti macro e per i dati sulla profondità di campo. Non mancano poi il sensore per le impronte digitali, posizionato sul retro, un jack audio e una porta USB Type-C. La batteria è da 4000 mAh mentre il sistema operativo è Android 10. Lo smartphone sarà disponibile dal prossimo mese di maggio al prezzo di 219 euro.

Chiudiamo infine con lo smartphone di fascia bassa Nokia 1.3. Il dispositivo ha uno schermo da 5,71 pollici con risoluzione HD+, sempre interrotta da un notch a goccia che ospita la fotocamera frontale da 5 Mpixel. La piattaforma hardware prevede un processore quad core Qualcomm Snapdragon 215, 1 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile tramite microSD. Una fotocamera posteriore da 8 Mpixel, moduli WiFi 802.11n, Bluetooth 4.2, GPS e LTE, jack audio da 3,5 mm, porta micro USB 2.0 e batteria da 3000 mAh completano la dotazione, assieme al sistema operativo Android 10 Go Edition, versione light pensata proprio per i dispositivi con un solo GB di RAM. Nokia 1.3 sarà disponibile sempre da maggio, a un prezzo di 109 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Netflix e YouTube aderiscono alla richiesta dell’Europa: qualità streaming ridotta per 30 giorni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, l’app SOS Medico ora consente anche di chiedere informazioni su COVID-19

next