Due operai sono morti in un cantiere edile a Roma dopo una caduta di oltre 20 metri. Si tratta di due cittadini italiani di 29 e 53 anni. Secondo una prima ricostruzione, sembra che stessero tagliando una trave situata all’ottavo piano dell’edificio in costruzione quando sono precipitati. L’incidente è accaduto intorno alle 10.45 a Piazza Ludovico Cervia, nella zona di Vigna Murata. Immediato l’arrivo dei soccorsi, ma per i due non c’è stato nulla da fare. Ancora in corso gli accertamenti della polizia per chiarire la dinamica esatta dell’accaduto. Nel frattempo i vigili del fuoco fanno sapere che si attende l’arrivo del magistrato di turno per l’avvio delle “complesse operazioni di messa in sicurezza dell’area“.

La Procura di Roma ha intanto aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Il pm Francesco Minisci, titolare del procedimento, ha svolto un sopralluogo in piazza Lodovico Cerva, teatro della tragedia. Obiettivo dell’indagine è verificare se all’interno del cantiere erano rispettate le norme di sicurezza. Secondo le prime indagini condotte dalla polizia i due erano entrambi imbracati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, beccato 80 volte a buttare rifiuti speciali e pericolosi nei cassonetti. Raggi: “È un incivile seriale, avanti battaglia contro chi sporca”

next
Articolo Successivo

Superstrada Orte-Civitavecchia, la Corte di Giustizia Europea boccia il tracciato nella Valle del Mignone: “Alto impatto ambiantale”

next