Il principe Harry e Meghan, duchessa di Sussex, esortano la Gran Bretagna a fare i conti col suo passato coloniale e “rimediare agli errori del passato“, in un momento in cui anche nel Regno Unito sono in corso proteste per rimuovere le statue di figure imperialiste e commercianti di schiavi.
“Quando guardate al Commonwealth, non c’è alcun modo di andare avanti a meno che non riconosciamo il passato”, ha osservato Harry intervenendo ad una riunione del Queen’s Commonwealth Trust, secondo quanto riferisce la tv privata canadese Ctv. “C‘è ancora molto lavoro da fare. Non sarà facile e in alcuni casi non sarà confortevole ma bisogna farlo perchè ne beneficeranno tutti”, ha proseguito.

“Una volta che realizzi che ci sono errori, devi riconoscerlo, devi lavorare per diventare più consapevole, in modo che tu possa contribuire a lottare contro qualcosa che è molto sbagliato e che non deve essere accettabile nella nostra società”, ha aggiunto. Allo stesso modo Meghan ha sottolineato: “Ora dovremo essere un po’ non a nostro agio, perchè è solo passando attraverso questo disagio che ne usciremo e troveremo il posto dove una marea crescente solleva tutte le barche. L’eguaglianza non fa fare a tutti un passo indietro ma ci mette tutti nella stessa posizione, cosa che è un diritto umano fondamentale“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ennio Morricone, Robert De Niro: “La sua musica era speciale, insolita e interessante”

next
Articolo Successivo

Duffy contro Netflix per “365 giorni”: “Irresponsabile, rende erotico il traffico sessuale e il rapimento”. La replica

next