I più giovani lo ricordano nella parte di Saul Bloom, anziano complice in uno dei furti più geniali di sempre in Ocean’s Eleven (e anche negli altri due capitoli della trilogia) ma Carl Reiner ha una carriera di quelle che fanno rimanere sbigottiti. Morto oggi 30 giugno nella sua casa di Beverly Hills, è stato autore, produttore, regista e attore e ideato cult della comicità come “The Dick Van Dyke Show“. Aveva 98 anni ed era il padre del regista Rob Reiner. L’assistente di Reiner ha detto a Variety che le cause della morte sono naturali. Giorni fa, Reiner ha condiviso un messaggio su Twitter che oggi ha il sapore del ‘testamento’: “Niente mi fa più piacere di sapere che ho vissuto la migliore vita possibile incontrando e sposando la talentuosa Estelle (Stella) Lebost (la moglie scomparsa nel 2008, con cui è stato sposato per ben 64 anni, ndr) che “ha collaborato” con me per portare Rob, Annie e Lucas Reiner (i suoi tre figli, ndr) in questo mondo bisognoso e in evoluzione“. Amico di Mel Brooks, figlio ateo degli ebrei Irving Reiner, austriaco, e Bessie Mathias, rumena, Carl ha vinto nove Emmy Awards. Tre di questi per ‘The Dick Van Dyke Show’. Molti i film diretti e altrettanti quelli nei quali ha recitato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Meghan Markle rivelò di essere incinta al matrimonio di Eugenia: “Il principe Harry era in imbarazzo”

next
Articolo Successivo

La Polleria di Barcellona che non conosce crisi? Non vende polli

next