In tempi di astinenza da Coronavirus succede anche che il vescovo della diocesi di Chalons-en-Champagne, visto che la Francia ancora non ha autorizzato la ripresa delle cerimonie religiose, decida di celebrare una messa molto particolare in stile drive in. Alla funzione, tenutasi nel parcheggio del parco esposizioni, hanno partecipato 500 fedeli seduti in 200 auto, parcheggiate rigorosamente a un metro di distanza l’una dall’altra. E, per evitare che venissero aperti i finestrini, la messa è stata trasmessa dall’emittente cattolica locale, in modo che potesse essere seguita via radio. Quanto all’eucarestia, i sacerdoti l’hanno distribuita percorrendo tutte le file di auto parcheggiate, previo passaggio con il disinfettante. “Questa non è una scorciatoia“, ha commentato il vescovo di Chalons monsignor Touvet, ” ma una vera messa. E’ la vittoria della vita”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili