13) Federico Sirianni. Il santo (2016).

Federico Sirianni è uno dei più raffinati cantautori in circolazione. Il suo disco Il santo racchiude molti elementi cari alla sua poetica, come la necessità di trovare tramite le canzoni una forma al caos. È un disco molto equilibrato, in cui vorrei sottolineare almeno due brani. Il primo è L’iguana sulle scale, che racchiude il motivo di fondo di questi 15 dischi per tempi più lenti: canzone-simbolo di chi scrive per necessità.

L’altra è forse la più bella canzone di Sirianni, L’amore in fondo, momento di catarsi in cui, almeno per un attimo, la ricerca della canzone perfetta che contraddistingue la tensione musical-letteraria dell’autore trova un attimo di acquietamento, una forma e, in fin dei conti, un volto.

INDIETRO

Musica per tempi più lenti /3- La canzone d’autore oggi: cinque dischi ricercati e cantabili

AVANTI
Articolo Precedente

Il futuro della musica? Dobbiamo tornare alla normalità il prima possibile

next
Articolo Successivo

Musica, “più brani rilassanti e podcast sulla meditazione”: come il coronavirus ha cambiato i nostri gusti negli ascolti in streaming

next