Samsung Galaxy A40 è un recente smartphone di fascia media del produttore sudcoreano, proposto su Amazon a 181 euro anziché 259,90 euro, grazie a uno sconto del 30% che ne abbassa il prezzo di 78,90 euro. Dotato di display Super AMOLED da 5.9 pollici, 4 GB di RAM, memoria espandibile e doppia fotocamera posteriore, il Galaxy A40 è oggi più appetibile che mai.

Esteticamente il dispositivo è curato, con linee morbide, cornici ridottissime e un notch frontale a goccia che integra la fotocamera anteriore da 25 Mpixel f/2.0, ma bisogna mettere in conto qualche inevitabile compromesso, ad esempio per quanto riguarda i materiali con cui è realizzata la cover, in semplice policarbonato.

Il frontale è dominato dal display Super AMOLED da 5,9 pollici, con risoluzione di 2340 x 1080 pixel, una rarità in questa fascia di prezzo. Il sensore per le impronte digitali è ospitato sul retro assieme alla doppia fotocamera, un grandangolare da 16 Mpixel f/1.7 e un ultra grandangolare da 5 Mpixel f/2.2.

La scheda tecnica ci dice poi che è presente un processore octa-core, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria dedicata all’archiviazione, ulteriormente espandibile tramite schede microSD. Caratteristica interessante è anche la presenza di un carrellino triplo che consente di avvantaggiarsi della modalità Dual SIM anche utilizzando contemporaneamente una scheda microSD.

Moduli WiFi, Bluetooth, NFC, A-GPS/GLONASS/Galileo/BeiDu, USB Type-C e jack audio da 3,5 pollici completano la dotazione di questo smartphone. La batteria è da 3100 mAh e supporta la ricarica rapida da 15 W.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tuned, la nuova app social di Facebook dedicata unicamente alle coppie

next
Articolo Successivo

Batterie a ricarica più veloce grazie a una ricerca che ha “spiato” i movimenti degli ioni di litio

next