Ricoverato e dimesso nel giro di 24 ore? Non è chiaro quanto accaduto a Placido Domingo. L’annuncio sulla positività al covid-19 era stato dato una settimana fa dallo stesso tenore: “Sento che è un dovere morale annunciarvi che sono risultato positivo al test per Covid-19, il coronavirus – aveva detto attraverso il suo profilo Facebook – Io e la mia famiglia siamo in auto-isolamento e ci resteremo per tutto il periodo necessario dal punto di vista medico. Chiedo a tutti voi di essere estremamente attenti, di seguire le linee guida di base lavandovi spesso le mani, mantenendovi a una distanza di almeno due metri dagli altri, facendo tutto il possibile per impedire la diffusione del virus e soprattutto, se è possibile, di restare a casa! Insieme possiamo combattere questo virus e fermare l’attuale crisi mondiale, in modo da tornare al più presto alla nostra normale vita quotidiana. Vi prego di seguire le indicazioni e le norme stabilite dai vostri governi, per restare al sicuro e proteggere non solo voi stessi, ma l’intera nostra comunità”.

In giornata, la Cnn aveva dato notizia del suo ricovero, sottolineando che Domingo stava rispondendo bene alle cure. A distanza di qualche ore, tuttavia, è arrivata la precisazione del tenore, sempre sulla sua pagina Facebook, dove ha sottolineato che sulle sue condizioni di salute erano state scritte e dette molte informazioni confuse e scorrette: “Sono in casa mia – ha detto – e mi sento bene. Fortunatamente fin dal primo sintomo mi trovavo, come sempre, sotto controllo medico, data la mia età e le mie patologie”. Per questo, ha proseguito, l’infezione Covid-19 è stata “subito al centro del primo sospetto e questo mi ha aiutato molto. Adesso sto continuando la terapia ed il riposo”. Ieri, poi, l’ospedale Del Prado di Acapulco dove era ricoverato aveva per la prima volta confermato la sua presenza sostenendo che il tenore rispondeva bene alle terapie ed era in “condizioni stabili”.

Domingo, 79 anni, una carriera lunga più di mezzo secolo, questa estate è stato accusato di molestie sessuali e si è dimesso dalla carica di direttore generale della Los Angeles Opera, compagnia che aveva aiutato a fondare. Uno dopo l’altro, i cartelloni dei principali teatri del mondo hanno deciso di cancellare dai loro cartelloni gli spettacoli di Placido Domingo. Le scuse del tenore sono arrivate un mese fa: “Sono veramente dispiaciuto per il dolore che ho causato. Accetto la piena responsabilità delle mie azioni”, si legge in una nota stampa inviata all’Europa Press dello scorso 25 febbraio.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alan Merrill, è morto a 69 anni per il Coronavirus il co-autore di “I Love Rock ’N’ Roll

next
Articolo Successivo

Lo sceneggiatore di Dylan Dog ha sconfitto il coronavirus: “Un bell’osso duro da battere. Ho visto scene di guerra”. Ecco il suo racconto

next