Living Room Concerts for America: così si chiama l’iniziativa che ieri, 29 marzo, ha messo insieme molti artisti statunitensi. Ognuno dei partecipanti ha cantato un brano dalla propria casa, come già successo qui Italia, con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’emergenza coronavirus. Tra chi ha partecipato c’è anche Dave Grohl che ha regalato al pubblico una versione acustica di My Hero cantata dallo studio di casa sua, alle Hawaii. “A tutti coloro che sono in prima linea e che stanno facendo del loro meglio per farci superare tutto questo“, ha detto il leader dei Foo Fighters prima di cantare.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

La reunion virtuale dei Backstreet Boys fa impazzire i fan: i cinque cantano “I Want It That Way”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, matrimonio in crisi? Consigli per vivere (al meglio) l’isolamento senza rischiare il divorzio

next