È bastato un messaggio da parte della mamma adottiva per mandare in crisi Antonella Elia al Grande Fratello Vip. “Sei sempre nel mio cuore, non dimenticarlo mai. La mamma ti vuole sempre bene. Non sentirti sola perché io sono sempre vicina a te”, sono state le parole di mamma Paola, che mentre andavano in onda facevano scendere le lacrime sul volto della showgirl.

Così Antonella, che durante il suo percorso all’interno del reality ha alternato alti e bassi, ha parlato per la prima volta della sua infanzia. “Non ho nessun ricordo di mia mamma, se n’è andata quando avevo un anno e mezzo. Paola, la donna che ha sposato mio papà, è arrivata quando avevo circa nove anni e per me è stata fantastico. Appena l’ho vista mi sono innamorata di lei. Finalmente avevo una mamma anche io. Mi abbracciava molto, mi sono sentita protetta, coccolata. Poi anche mio papà se n’è andato”. Ben prima di debuttare nel dorato mondo della tv, insomma, la Elia ha dovuto fare i conti con quegli abbandoni che inevitabilmente hanno influito sui suoi tormenti.

“Antonella, hai capito perché hai queste intemperanze?”, le ha chiesto allora il conduttore Alfonso Signorini. Spiazzante (e toccante) è stata la risposta della showgirl: “Non capisco perché sono così, forse perché sono un animale. Forse sono insofferente, diffidente, aggressiva. Sono capitate svariate cose nella mia vita, non posso avere molta fiducia nei confronti degli altri. Se vi può consolare, però, io mi vergogno di quello che sono. Non è una grande consolazione, ma vorrei essere meglio di quello che sono”, ha concluso, in lacrime. Anche il conduttore, in studio, non è riuscito a trattenere l’emozione e la commozione. Un momento intenso, senza filtri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fabrizio Frizzi, due anni senza il conduttore e il suo sorriso, Antonella Clerici: “Chissà cosa avresti detto del Coronavirus e di un mondo sconvolto”

next
Articolo Successivo

Striscia La Notizia: “Barbara Palombelli? Il suo sport è il lancio della minch****”

next