È venuto fuori che il 90% dei morti” per coronavirus “è nelle regioni del Nord. Che cosa ci può essere stato di più? Comportamenti di persone più ligie che vanno tutti a lavorare?“. Queste le parole pronunciate da Barbara Palombelli a Stasera Italia, su Rete4, nella puntata del 20 marzo scorso. Parole che hanno scatenato un putiferio social, con centinaia di commenti di persone indignate. Tra questi però, non sono mancati gli insulti, motivo per cui la conduttrice ha fatto sapere con un post su Facebook di essere pronta ad agire contro di loro per vie legali.

“La libertà di opinione è sacra. La diffamazione via web è un reato. Tutti i post e gli autori contenenti ingiurie, calunnie e diffamazioni vengono e verranno identificati e chiamati a rispondere in sede civile di quanto hanno scritto“, ha scritto la moglie di Francesco Rutelli. “I miei avvocati sono al lavoro. Estrapolare una frase da un contesto in cui si parlava esclusivamente della tragedia di Bergamo, travisandone il contenuto, è un’operazione scorretta. Di tutto il resto si occuperanno polizia postale, magistratura e avvocati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, oggi i primi tre pazienti nel nuovo reparto di terapia intensiva del San Raffaele. Gallera: “Sanità lombarda è unica grande squadra”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la rabbia di Beppe Fiorello: “Tutti cantano e ballano ma perché non fanno i tamponi?”

next