Caos fuori e fischi dentro la sala durante la cerimonia di consegna dei César, gli Oscar francesi, a Parigi. Centinaia di attivisti per i diritti delle donne e per la parità di genere hanno protestato fuori dall’auditorium dove si è svolta l’evento, contro l’assegnazione del premio a Roman Polanski per il suo “J’Accuse“. Il regista infatti è accusato di stupro e aggressioni sessuali. Al momento dell’annuncio in sala – dove l’86enne regista non c’era- si sono alzati fischi e molte attrici hanno lasciato per protesta la sala. Recentemente un’attrice francese Valentine Monnier ha accusato Polanski di averla violentata nel 1975 quando aveva 18 anni. L’attrice Adèle Haenel ha detto nei giorni scorsi che il premio a Polanski sarebbe stato come “sputare in faccia a tutte le vittime”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Trump: “Stiamo valutando lo stop agli arrivi negli Stati Uniti da alcuni Paesi che hanno un numero sproporzionato di contagi”

next