Effetti negativi del Coronavirus sulle vendite. È quello che sta accadendo alla birra messicana Corona, soprattutto in Cina. Il motivo? L’assonanza del nome. Questo quanto reso noto dal gigante delle bevande Anheuser-Busch InBev che detiene anche il marchio Corona. “Per i primi due mesi del 2020 stimiamo che la diffusione del virus ha causato perdite dei ricavi per circa 285 milioni di dollari“, ha comunicato la multinazionale, come si legge sui media americani. Il calo ha riguardato in particolare la Cina, sin dal periodo del capodanno cinese che è coinciso con l’inizio dell’epidemia.

Numeri che rispecchiano quelli di un indagine della 5W Public Relations. La messicana Corona, secondo la Cnn che riporta l’indagine, sarebbe in sofferenza anche sul mercato Usa. Il 38% degli americani non acquisterebbe Corona “in nessun caso” a causa dell’epidemia, mentre un altro 14% non ordinerebbe una Corona in pubblico. Il campione del sondaggio è formato da 737 bevitori di birra statunitensi. E sempre secondo la Cnn, in febbraio ci sarebbe stato un aumento delle ricerche su Google di “Corona beer virus” poi diminuito. YouGov ha condotto un altro sondaggio che mostra come l’intenzione di acquisto della birra Corona è al livello più basso degli ultimi due anni. Intanto Ab InBev è crollato in borsa del 18,49%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amici 19, Romina fa una “battutaccia” al Al Bano. Che non la prende benissimo

next
Articolo Successivo

Verissimo, Silvia Toffanin “mette alle strette” Junior Cally ma lui non cambia idea: “Non mi scuso”

next