L’ex presidente egiziano, Hosni Mubarak, è morto a 91 anni. A riportare la notizia sono, su Twitter, i media egiziani, ma la conferma, pochi minuti dopo, è arrivata anche dalla famiglia dell’ex Rais che ha governato il Paese per 30 anni, dal 1981 al 2011. Secondo quanto riferito a Youm 7 dal figlio, Alaa Mubarak, il padre era stato ricoverato in terapia intensiva per un problema di salute e sottoposto a un intervento chirurgico circa un mese fa. Ricovero confermato anche dal suo avvocato.

Nel 2017 Mubarak era stato assolto dalla Corte d’Appello dall’accusa di aver dato l’ordine di sparare e uccidere manifestanti nel corso dei moti di piazza Tahrir del 25 gennaio 2011, che misero fine al suo potere. L’ex Rais uscì così dall’ospedale militare di Maadi, a sud del Cairo, dove era detenuto.

Coinvolto in quattro processi, alla fine è stato sempre assolto tranne che per una condanna a tre anni – già scontata durante la custodia cautelare – per aver utilizzato, in concorso con i suoi figli, denaro pubblico per ristrutturare la sua residenza. Nella prima sentenza sulla morte di centinaia di manifestanti durante la Primavera egiziana, Mubarak era stato condannato all’ergastolo, sentenza poi ribaltata dalla Corte di Cassazione che aveva ordinato la ripetizione del processo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, aumentano casi: italiani positivi in Spagna, Algeria e Austria. Oms: “Il mondo non è pronto a fronteggiare l’epidemia”

next