Saggia, ironica, pungente ma accogliente. Barbara Alberti è uno dei personaggi più amati del “Grande Fratello Vip” sia dentro la casa che fuori. La scrittrice però, dopo due settimane di permanenza, ha dichiarato di voler concludere la sua esperienza sociale. “Sono venuta qua con dei problemi personali e li ho dimenticati tutti. – ha detto la Alberti in diretta -. Sono state due settimane di felicità. Ma io non riesco a vedere come gioco questa cosa, perché ci sono in ballo delle persone vere. Vorrei lasciare il gioco perché non lo so giocare questo gioco. Sono entusiasta di essere nominata, così me ne vado senza sceglierlo”. A nulla sono valse le parole del conduttore Alfonso Signorini per dissuaderla nel suo intento. E sembra proprio che nemmeno gli inquilini siano riusciti a far cambiare idea alla concorrente, che comunque è finita in nomination con Fernanda Lessa e Patrick Ray Pugliese.


Dopo la messa in onda Barbara Alberti nella notte ha tentato di approfondire il discorso nella casa: “Ho fatto delle amicizie belle – ha detto – ho scoperto molti che non conoscevo e molti che non avere mai incontrato nella vita. Vi avevo chiesto di mettermi n nomination. Sono sempre uscita a sorpresa a qualsiasi prezzo, mai pentita di pagare penali emotive”. Quest’ultimo riferimento è sul contratto firmato che prevede il pagamento del cachet per intero solo fino all’esito del televoto. Invece in caso di ritiro anticipato, sembrerebbe, che vengano pagate solo le puntate di permanenza durante il gioco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Cantante Mascherato, gelo per la gaffe di Mariotto con l’Angelo: “Voglio la quota gay in finale”. Eliminato il Pavone, era Manuela Aureli

next
Articolo Successivo

Giornata della Memoria, il bambino scampato alla Shoah: “Grazie a un ‘bigliettaro’ ho vissuto due giorni su un tram per sfuggire ai nazisti”

next