“Posso fare una confessione? Io ho tendenzialmente simpatia per i partiti nuovi che nascono anche con solide basi popolari. E’ stato per la Lega, è stato per il M5s. Purtroppo abbiamo visto che i 5 Stelle, come è successo prima per la Lega, non sono capaci di attuare questi loro propositi, perché si incartano“. Sono le parole del senatore a vita Mario Monti, ospite de “L’aria che tira”, su La7.

E spiega: “Prima di diventare presidente del Consiglio e occuparmi dell’Italia quando mi fu chiesto, mi sono occupato di establishment economico europeo e americano da commissario anti-trust. E ho inflitto loro i danni che si meritavano, quando violavano le norme sulla concorrenza. E quindi mi aspettavo che partiti nuovi di questo genere facessero una seria lotta a favore della concorrenza, contro i monopoli, i conflitti di interesse, le posizioni dominanti, l’evasione fiscale. Queste cose sono rimaste largamente sulla carta“.

Monti aggiunge: “I 5 Stelle, quando sono nati, sono stati pieni di buone intenzioni, così come la Lega a suo tempo, ma purtroppo le stanno rovinando e gettando alle ortiche tutte, una dopo l’altra. Non stanno, cioè, realizzando niente di solido che resterà, perché pronunciano giudizi di condanna prima che emergano i fatti, sono ossessionati dall’apparire sul versante giusto rispetto alle proprie promesse, vogliono cambiare l’Italia ma non hanno la continuità della decisione. E l’Italia non la si cambia da un giorno all’altro”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Iran, Rizzo (Pc) su La7: “Qui governo balbetta e i sovranisti sono di cartone. Vanno ritirate truppe da Iraq. Ma ve lo deve dire un comunista?”

next
Articolo Successivo

Emilia Romagna, giovane leghista: “Voto Salvini. Chi è il nostro candidato? Bonacci… ah, no, Bergonzoni. Non l’ho mai vista”

next