Resta vivo il mito di Steve Jobs. Un floppy disk con la firma del co-fondatore di Apple è stato venduto alla cifra record di 84mila dollari, era stato messo all’asta a fine novembre con un valore stimato di 7.500 dollari. Il floppy di Macintosh era “in ottime condizioni”, firmato con un pennarello nero da Jobs che solitamente era riluttante a mettere il suo autografo. Il pezzo di storia dell’informatica è stato certificato e venduto dalla società RRAuction, la stessa che ha messo all’asta il biglietto da visita di Jobs, Ceo di Apple fino al 2011, quando si dimise per motivi di salute. Il valore stimato della business card è di 500 dollari, l’offerta migliore al momento si aggira a 636 dollari, più o meno quanto costa un iPad Air.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Laura Chiatti, gli haters si scatenano: “Tuo figlio mostra il dito medio, poi ci lamentiamo dei bulli”. Lei risponde: “Fatti i ca**i tuoi”

next
Articolo Successivo

Elon Musk guida il suo nuovo Tesla Cybertruck e va a sbattere contro un dissuasore: il video

next