Piccioni con le zampe mozzate si aggirano per le città. Il motivo? I parrucchieri. Involontariamente sono proprio loro a ‘tagliare le zampe’ dei pennuti: secondo uno studio pubblicato sulla rivista Biological Conservation dai ricercatori ricercatori francesi del Museo Nazionale di Storia Naturale e dell’Università Lyon-1, gli animali si infilerebbero tra la spazzatura dove spesso si trovano capelli che si annodano tra le loro zampette distruggendo i loro gli arti. L’analisi è stata condotta in 46 luoghi di Parigi e ha scoperto che dietro gli arti mozzati c’è sempre l’uomo: più i luoghi sono inquinati più i piccioni tendono ad avere queste mutilazioni. E lo stesso vale per le zone in cui è presente un maggior numero di parrucchieri: “Quando i piccioni camminano per terra, capelli o fili avvolgono le loro estremità e finiscono come un laccio emostatico sul dito, che ha una necrosi e cade”, fanno sapere i ricercatori del Museo di storia naturale.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Chiudono il figlio di 5 anni in una gabbia e gli buttano addosso acqua bollente: condannati

next
Articolo Successivo

Bimba di 4 anni finisce in ospedale: la carta igienica a scuola si prende in pubblico, lei si vergogna e non va in bagno

next