Tutti pazzi per Fiorello. Il successo di “Viva RaiPlay”, dopo un piccolo antipasto la scorsa settimana dal lunedì al venerdì per quindici minuti su Rai Uno, si propaga sulla piattaforma digitale della Rai. La versione pensata solo per il Web dello show, dalla durata di cinquanta minuti dal mercoledì al venerdì alle 20:30 fino al 20 dicembre, ha generato oltre 850mila visualizzazioni, come riferisce la Rai, sulla base dei dati analytics interni-Webtrekk/Nielsen social content ratings. L’altro dato interessante è che il 72% delle visualizzazioni provengono da App e App TV. “Viva RaiPlay” ha generato un’ondata di nuovi utenti e rispetto a un mese fa – ieri RaiPlay – è cresciuta in termini di utenti unici del doppio. L’evento più visto su RaiPlay prima di Fiorello è stato il Festival di Sanremo 2019.

“Viva RaiPlay” ha addirittura superato del 40% le partite dell’Italia valide per Euro 2020 e trasmesse lo scorso ottobre. L’incontro più visto su RaiPlay lo scorso anno è stato Ajax–Juventus, andata dei quarti di finale di Champions League, evento più seguito in diretta streaming della scorsa stagione, che aveva generato a aprile 2019 un numero di visualizzazioni simile a quello generato da Fiorello ieri sera.Nella giornata di ieri la diretta esclusiva su RaiPlay di “Viva RaiPlay” ha generato circa 57000 interazioni social. Instagram è stata la piattaforma più utilizzata con il 60% di interazioni. Numeri confortanti e che si prevede possano aumentare in vista di una fidelizzazione costante del pubblico Web e digital.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Michela Murgia stronca il nuovo libro giallo di Walter Veltroni: “L’assassino sei tu ma della letteratura”

next
Articolo Successivo

Emanuele Filiberto di Savoia: “Ho il dovere di annunciare ufficialmente il ritorno della Famiglia Reale”. Poi rivela che è uno spot per The Crown

next