Erano le 7 di giovedì mattina quando nel liceo Saugus High School a Santa Clarita, a pochi chilometri da Los Angeles, uno studente di 16 anni ha sparato contro gli altri ragazzi già a scuola in attesa di iniziare le lezioni: una ragazza sua coetanea è morta poco dopo l’arrivo in ospedale, così come un altro studente di 14 anni. Un terzo ragazzo, secondo quanto riportano i media locali, è in gravi condizioni. Il 16enne autore della sparatoria è stato arrestato dopo poche ore e portato in ospedale, in gravi condizioni. Secondo i primi accertamenti, ha poi cercato di suicidarsi. La polizia indaga sull’accaduto.

Alle tv locali alcuni ragazzi del liceo hanno raccontato le ore di panico: “Ho iniziato a correre – ha spiegato ai media locali Brooklyn Moreno, che frequenta il secondo anno -. Ho visto delle ragazze cadere di fronte a me e ho cercato di aiutarle, poi però ho continuato a correre perché non volevo farmi del male. Non avrei mai pensato che questo potesse accadere nella mia scuola”. E ha aggiunto: “Sono ancora sotto shock, ho tremato e pianto molto”. Il 17enne Hayden Trowbridge, invece, ha raccontato che quando ha sentito gli spari, insieme ai suoi compagni di classe ha spinto i banchi contro la porta dell’aula per creare una barricata. Poi ha afferrato la sua borraccia di metallo per cercare di difendersi nel caso il 16enne armato avesse fatto irruzione, mentre gli altri si sono nascosti dietro la cattedra piangendo e tenendosi per mano.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Orvieto, spara alla moglie e alla figlia con il suo fucile da caccia. Poi si toglie la vita

prev
Articolo Successivo

Caserta, cronista denuncia: “Sparati diversi colpi contro l’auto. Ho paura”. Tra le ipotesi anche la camorra

next