Conversione ambientalista della regina Elisabetta II che, a 93 anni, ha deciso di mettere in naftalina tutti i capi ottenuti dallo scuoiamento di animali: basta pellicce, d’ora in poi solo modelli sintetici ed ecologici. La notizia, ben accolta dalle organizzazioni di beneficenza e dagli attivisti per i diritti degli animali, è oggi sulle prime pagine di molti giornali britannici. È frutto di una delle rivelazioni ricavate dal nuovo libro in uscita di Angela Kelly, già assistente di Sua Maestà per l’abbigliamento e tuttora sua confidente informale. Da Buckingham Palace precisano che la regina continuerà, tuttavia, a indossare le pellicce già presenti nel suo guardaroba – che quindi non saranno sostituite – ma non ne introdurrà di nuove.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Valentina Nappi a Giorgia Meloni: “Se lei è cristiana, io non ho mai fatto sesso anale”

next
Articolo Successivo

Romina Power non smette di cercare la figlia Ylenia Carrisi: “Se l’avete vista per caso in un treno, in aereo… raccontatecelo, condividiamo la sua foto sui social”

next