Aumenta rispetto al luglio 2018 ma diminuisce rispetto a giugno il numero delle ore di cassa integrazione autorizzate a luglio: sono 19,1 milioni, in aumento del 33,5% rispetto allo stesso mese del 2018, quando le ore erano 14,3 milioni, e in calo del 30,9% rispetto al mese precedente. A comunicarlo è l’Inps.

In particolare, le ore di cassa integrazione ordinaria sono 8,8 milioni, in aumento del 17% su base annua e del 9% su base mensile. Le ore di cig straordinaria sono invece 10 milioni, di cui 3,7 milioni per solidarietà, con un incremento del 50,2% su base annua, ma un calo del 46,8% su base mensile. 184mila invece le ore di deroga, con un aumento del 317,5% sull’anno e un calo del 70,8% sul mese.

L’Inps ha diffuso anche i dati sulle domande di disoccupazione: a giugno sono state presentate all’ente previdenziale 137.884 domande, in diminuzione del 3,2% rispetto al mese di giugno 2018 (142.401 domande). Sul totale, 135.269 sono domande di Naspi, cioè l’indennità mensile per lavoratori subordinati, 152 di mobilità e 2.463 di DisColl, per i collaboratori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Acciaierie Riva, lavoratori tedeschi in sciopero da 12 settimane: chiedono agli ex proprietari dell’Ilva di applicare il contratto collettivo

next
Articolo Successivo

Lavoro, l’Inps sui primi 6 mesi 2019: “Ancora in aumento i contratti indeterminati, 321mila in più. Anno su anno +60% stabilizzazioni”

next