Il cinema italiano fa schifo. Dov’è oggi? Non c’è”. A dirlo è il regista Pupi Avati fuori dalla chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo, al termine dei funerali dell’attore Carlo Delle Piane, morto a Roma a 83 anni. “Per me è stato fondamentale. A un certo punto mi telefonò Fellini e mi disse: ‘Non possiamo chiamarlo perché è troppo vostro‘”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Genitori quasi perfetti, tra Carnage e Perfetti sconosciuti, una commedia grottesca (e gender fluid) su genitori e figli tutta da ridere

next
Articolo Successivo

Venezia 76, le coppie, gli scandali e le rivalità: quando il vero spettacolo è sul red carpet

next