Il cinema italiano fa schifo. Dov’è oggi? Non c’è”. A dirlo è il regista Pupi Avati fuori dalla chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo, al termine dei funerali dell’attore Carlo Delle Piane, morto a Roma a 83 anni. “Per me è stato fondamentale. A un certo punto mi telefonò Fellini e mi disse: ‘Non possiamo chiamarlo perché è troppo vostro‘”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Genitori quasi perfetti, tra Carnage e Perfetti sconosciuti, una commedia grottesca (e gender fluid) su genitori e figli tutta da ridere

prev
Articolo Successivo

Venezia 76, le coppie, gli scandali e le rivalità: quando il vero spettacolo è sul red carpet

next