Un incendio di vaste proporzioni ha distrutto un’intera baraccopoli in un sobborgo del distretto di Dhaka, nel Bangladesh. Secondo quanto riferisce la Bbc, circa 15.000 case sarebbero andate distrutte nella zona di Chalantika, lasciando senza casa almeno 50.000 persone. L’incendio è durato almeno 6 ore ed è scoppiato nella serata di venerdì.

Secondo quanto riportato, molte case avevano tetti di plastica, fatto che ha aiutato la propagazione delle fiamme. Non si segnalano vittime, anche se diverse persone sono rimaste ferite. La maggior parte dei residenti sono persone con un basso reddito, e molti erano fuori casa dopo la festa musulmana di Eid al-Adha. Sulle cause dell’incendio è in corso un’indagine. I vigili del fuoco hanno impiegato più di sei ore per spegnere le fiamme.

Il governo del Bangladesh ha riferito che saranno forniti aiuti per le migliaia di persone che ora sono senza riparo. A febbraio, un incendio nello storico distretto di Dhaka aveva ucciso circa 80 persone, mentre altri 9 sono morti in un incendio in una baraccopoli nella città costiera di Chittagong.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Russia, incidente nucleare: i medici non sapevano che i feriti fossero radioattivi. “C’è un dottore contaminato”, ma Mosca smentisce

next
Articolo Successivo

Usa, amministrazione Trump contro i transgender: giusto licenziarli per la loro scelta. Chiesto via libera della Corte Suprema

next