“Fur echte mampfiosi” ovvero “per veri mampfiosi”. I cartelloni pubblicitari di McDonald’s Austria continuano ad imperversare su tutte le strade del paese, scatenando polemiche. La promozione del nuovo panino Italian Summer ha infatti un claim davvero imbarazzante che ha suscitato critiche a non finire. Va bene che il verbo “mampfen” significa abbuffarsi e che quindi il lancio pubblicitario volesse indicare qualcosa come “per veri golosi”. Ma il riferimento evocato sembra essere alquanto volontario: italiani uguale mafia, anzi mampfiosi.

Se n’è parlato per ore sui social. Con centinaia di italiani residenti in Austria imbestialiti come non mai. C’è chi si dice “scioccato”, chi “sorpreso”, chi “incazzato”. A corollario di ore di passione attorno al manifesto di un panino di una multinazionale, che per inciso sulle stereotipizzazioni nazionali/regionali/alimentari ci mastica da decenni, è intervenuto il (solito) ministro dell’Interno, Matteo Salvini, uno che di queste polemiche online non se ne lascia scappare una. “Italiani tutti mafiosi? Che tristezza… – ha scritto il titolare del Viminale – Abbiamo ritrovato orgoglio e dignità, indietro non si torna”. McDonald’s Austria ha poi gettato (altrettanto al solito) acqua sul fuoco: “Non volevamo offendere nessuno, amiamo l’Italia e volevamo evidenziarlo nel nostro claim e se questa campagna non ha funzionato allora chiediamo scusa”.

Scuse accettate, anche se esiste un precedente altrettanto assurdo e bislacco, a livello linguistico, che ci fa pensare a un reiterato dolo. Nemmeno una settimana fa era stato un ragazzo siciliano, residente in Austria per lavoro da quattro anni, a denunciare il messaggio ricevuto sul suo smartphone dalla app di McDonald’s: “Hey mafioso! Prova il nostro Panino della Casa. Bella Italia”. Dario, questo il nome del ragazzo, aveva così inviato una lettera di fuoco alla multinazionale dell’hamburger, minacciandoli di non entrare più nei loro ristoranti, e ricevendo come risposta la copia carbone della frase di circostanza pubblicata poche ore fa rispetto alla figuraccia fatta con i cartelloni stradali: “In occasione del lancio di un nuovo hamburger McDonald’s Austria ha utilizzato una creatività basata sulla parola tedesca ‘mamfen’ (che sarebbe poi mampfen, un verbo e non un sostantivo ndr) che significa ‘goloso’ (verbo comunque traducibile con ingurgitare o mangiare con foga ndr). Per errore, nella traduzione inglese di questo gioco di parole, è stata usata la parola mafioso”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lino Banfi confessa: “A 83 anni lavoro ancora per pagare i master ai miei nipoti”

next
Articolo Successivo

Cacciatori sorridono davanti al leone ucciso, la figlia attacca il padre: “Spendere 15 mila euro per sparare a un animale? Sei orribile”

next