Kate Middleton era pronta a scappare“. È questa la conclusione a cui è giunta l’esperta di linguaggio del corpo Judi James che, come riportano i tabloid britannici, ha analizzato nel dettaglio i due scatti ufficiali del battesimo del piccolo Archie pubblicati sui social dal principe Harry e da Meghan Markle. In particolare, la sua attenzione si è soffermata sulla foto di gruppo, in cui si vede tutta la royal family al completo (esclusa la regina Elizabetta). Nella foto si vede Kate Middleton seduta su una sedia, un po’ isolata dagli altri e visibilmente tesa: il particolare non era sfuggito ai sudditi di Sua Maestà, che già avevano iniziato a vociferare sul fatto che questo atteggiamento distaccato della moglie di William potesse essere un’ennesima conferma ai rumors sulla frattura tra le due coppie di cognati.

Con un abito rosa caramella firmato Stella McCartney (già visto in tre precedenti occasioni), Kate Middleton ha sfoggiato poi lo stesso paio di orecchini che Lady Diana indossò il giorno del battesimo di Harry. La sua posa è come sempre molto rispettosa del protocollo ma proprio per questo il messaggio che trasmette è quello di esser pronta a scappare da quella situazione. Lo stesso, dice l’esperta, vale anche per il marito, il principe William: in piedi sullo sfondo, anche il suo sorriso è molto tirato e il suo volto non trasmette alcuna emozione. Niente a che vedere con il sorriso dolce e materno di Meghan Markle o con lo sguardo gioioso di Harry, che sta premurosamente vicino alla moglie e al figlio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Melissa Satta furiosa: “Una nota rivista ha rifiutato un mio servizio solo perché non volevo parlare della mia vita privata. Vergogna”

prev
Articolo Successivo

Mara Venier, la gaffe ai palinsesti Rai: “Il mio nuovo programma? Com’è che si chiama?”

next