“In studio Pamela Prati che, dopo le confessioni delle sue ex agenti, Pamela Perricciolo e Eliana Michelazzo, racconterà la sua versione su Mark Caltagirone“, con una nota stampa Mediaset annunciava ieri la presenza della showgirl sarda a Live-Non è la D’Urso. A stretto giro, qualche ora dopo, Dagospia faceva sapere che la presenza della primadonna del Bagaglino era saltata, notizia che la conduttrice ha comunicato ai telespettatori solo alle 23.44, dopo un lungo talk tra testimonianze e racconti.

Carmelita, come la chiamano i suoi fan, lancia un filmato di presentazione e annuncia l’ospite sulle note di Menelao. La mancata sposa ovviamente non fa il suo ingresso, così il volto di Canale 5 si accomoda sul divano e racconta ai telespettatori quanto accaduto nelle ultime ore: “Un paio di giorni fa gli avvocati di Pamela Prati ci hanno scritto, chiedendo giustamente la possibilità di replicare, per dire la sua verità. Io ero molto felice di questo, replicare è un sacrosanto diritto. Ero felice di dare spazio a Pamela per replicare a voi (i telespettatori, ndr). Perché c’erano dei dubbi ossia questi”, viene trasmesso un filmato che mette in risalto le incongruenze di questa infinita soap opera.

Al rientro in studio la D’Urso continua il suo sfogo: “Voleva essere qui per spiegarvi, ha posto una condizione: incontrarmi e farmi vedere, prima, alcuni messaggi. Io ero d’accordo, ho sempre difeso Pamela. Ieri alle 21:30 è arrivata Pamela Prati, insieme ai suoi due avvocati. Con tranquillità, mi ha fatto vedere delle cose, fatto sentire dei messaggi, abbiamo chiacchierato per un’ora e mezza. Avevamo concordato tutto per l’intervista. Avrei messo Pamela Prati qui, su questo divano. Lei era stata chiara e anche io ero stata chiara. Era tutto a titolo gratuito anche se un artista ha tutto il diritto di chiedere un cachet. Pamela ha sempre detto di non voler lucrare: da stamattina, sono iniziate ad arrivare varie richieste come una dichiarazione scritta da parte mia riguardante le domande, il fatto che io avrei dovuto stare dalla sua parte e addirittura abbracciarla. A me non è piaciuto, per me era importante che si chiarisse con voi, non con me.”

La conduttrice prepara l’affondo finale svelando le sorprendenti richieste economiche: “Nel tardo pomeriggio arriva un messaggio, che io ho letto, al produttore di questo programma, dall’avvocato di Pamela Prati, che diceva che aveva prelevato Pamela Prati dall’albergo per portarla all’aeroporto invece di portarla qui e che non sarebbe scesa dalla macchina se non l’avessimo garantito una cifra. Una cifra molto molto alta: decine e decine di migliaia di euro. A quel punto, tutti abbiamo ritenuto che non fosse più il caso. Abbiamo detto ok, può non scendere dalla macchina.” Prima di lanciare la pubblicità finge di intervistare Mark Caltagirone.

Mediaset ha scelto, giustamente verrebbe da dire, di non concedere denaro alla discussa showgirl. Le condizioni su incontri prelimari o domande, stando alle nostre informazioni, non sarebbero state poste per le tre ospitate a Verissimo. La scorsa settimana Pamela Perricciolo aveva confermato in diretta di aver presenziato a Live-Non è la D’Urso senza ricevere compenso, discorso diverso per Eliana Michelazzo. Il sito Fanpage ha mostrato mail, concesse da Donna Pamela, in cui si legge che l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne percepirebbe 7 mila euro a puntata. Ipotesi che non ha trovato conferme ma nemmeno smentite dal programma di Canale 5.

La mancata presenza della Prati non ha condizionato i risultati auditel, la puntata, che ospitava tra gli altri anche Morgan e Francesca De Andrè, è stata vista da 2.876.000 telespettatori con il 19,4% di share, confermando ancora una volta l’effetto sulle curve di “Pratiful”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cartabianca, Mauro Corona beve la birra in diretta e Bianca Berlinguer si infuria

next
Articolo Successivo

Live-Non è la D’Urso, Morgan: “Asia Argento è una grande insegnante di tossicodipendenza”

next