L’avrebbe ammazzata asfissiandola e colpendola ripetutamente alla testa. Una donna di 102 anni è stata posta in cura psichiatrica nel nord-est della Francia: è accusata di aver ucciso la sua vicina di camera, di 92 anni, in una casa di cura. La vittima è stata ritrovata sabato sera, senza vita, con la faccia gonfia, nella sua stanza in un ospizio nella città di Chezy-sur-Marne. L’autopsia ha dimostrato che la 92enne è morta “a causa di asfissia da strangolamento e colpi alla testa”, ha detto il procuratore Frederic Trinh in una dichiarazione. “La donna della stanza vicina, di 102 anni, è apparsa molto agitata e ha detto a uno dei membri del personale medico che aveva “ucciso qualcuno”, ha aggiunto il procuratore.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sonia Bruganelli, la moglie di Paolo Bonolis contro “Ciao Darwin”: “È un programma maschilista ma se metto troppi uomini lui se ne va”

next