Il parto era programmato per la fine di giugno. Ma Sofia è nata oggi pomeriggio, intorno alle 16, con un cesareo d’urgenza all’ospedale Cto di Torino, dove la mamma è arrivata dopo essere stata investita da un pirata della strada che è fuggito. L’incidente a Orbassano, mentre attraversava sulle strisce pedonali dopo aver fatto la spesa al supermercato. Nello schianto ha riportato la frattura di una clavicola, ma a preoccupare i sanitari sono soprattutto le condizioni della neonata, ricoverata in terapia intensiva. La prognosi è riservata.

La neonata, che alla nascita pesava 3,3 chili, a causa del forte trauma ha subito una gravissima sofferenza fetale ed è tenuta in ipotermia. La sua nascita, secondo i medici, ha del “miracoloso”. Il parto, assistito dai ginecologi e dalle ostetriche dell’équipe del professor Guido Menato, è avvenuto grazie all’allestimento di una sala operatoria d’urgenza, dove Elena, 19 anni, è stata sottoposta al cesareo.

Sotto choc il padre Marius, 20 anni: “Uno investe una donna e scappa – si sfoga, attorniato dai parenti, fuori dall’ospedale – Ma le sembra possibile? La travolge e va via. Come se nulla fosse successo. Non è ammissibile”, dice tutto d’un fiato, auspicando che “la polizia trovi chi ha quasi ucciso mia figlia e la mia compagna”. Solo quando viene a sapere che la bimba è nata, tira un sospiro di sollievo, anche se per sapere se l’incidente avrà delle conseguenze sulla figlia bisognerà ancora aspettare.

La giovane madre, oggi pomeriggio, era andata a fare la spesa. Uscita dal supermercato, stava attraversando la provinciale 6 sulle strisce pedonali, quando è stata travolta da una macchina. L’automobilista è fuggito a tutta velocità. Senza frenare, senza prestare soccorso, senza preoccuparsi di ciò che era appena accaduto. Chi ha assistito alla scena, ha chiamato il 112. Immediato l’intervento dei medici e degli infermieri del 118, che hanno trasportato la 19enne in ospedale. Gli agenti della polizia municipale hanno effettuato i rilievi per fare luce su ciò che è successo oggi su quello stradone di quattro corsie, due per senso di marcia, ad alta percorrenza. Sono anche stati ascoltati alcuni testimoni e si stanno visionando le telecamere di sorveglianza del supermercato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Genova, scontri tra antifascisti e Polizia durante comizio Casapound: cinque feriti. Un giornalista con tre dita fratturate

next
Articolo Successivo

Genova, antifascisti contro il presidio di Casapound. Tre feriti e due fermati negli scontri con la polizia

next