La situazione è complicata: devo trovare un lavoro, un’occupazione. Lo so, è tardino, ho 50 anni appena compiuti, ma si dice “meglio tardi che mai”. Mamma mi ha sollecitato, dice che devo mettere la testa a posto. Bene, sto cercando un posto. Un posto di lavoro. Avevo in un primo momento pensato di fare il gigolò, ma parliamoci chiaro, affrontiamo la realtà: sono un uomo di mezza età. Lasciamo perdere. Ho ancora delle erezioni di tutto rispetto, ma non sono certo un toy boy, e da circa 25 anni non vado in palestra, il mio sport preferito è grattuggiare la bottarga sugli spaghetti.

Riflettiamo: che cosa ho in grande quantità? Il tempo libero. Quindi devo mettere a disposizione degli altri tutto questo tempo che mi esce dalle tasche. Avrei pensato di fare il damo di compagnia, voi che ne pensate? Potrei fare compagnia alle persone anziane, più anziane di me, sono un ottimo ascoltatore, sono gentile e sensibile, laureato in Filosofia, amante della poesia (amante ricambiato), sono alto, robusto, posso fare anche la guardia del corpo dei vecchietti, amo passeggiare, sedermi sulle panchine e lasciare vagare il mio sguardo, sono onesto, pulito, mi faccio la doccia ogni giorno e mi cambio le mutande quotidianamente, ho una sessualità aderente a me stesso, per la testa ho solo dei simpaticissimi grilli, soffro di acufene, la notte sento fischiare una caffettiera nelle mie orecchie, ma non è invalidante per un damo di compagnia, no?

Cristo, sono il damo di compagnia perfetto, già mi vedo le vecchiette che si fanno il passaparola: “Oh, sul mercato c’è un damo di compagnia con i fiocchi, è anche belloccio, gradevole nell’aspetto, ha una bella voce pure, ogni tanto tende ad addormentarsi ma io lo sveglio e gli sorrido”. Mamma, cara mamma, non devi più preoccuparti per il mio futuro, vedrai, ora trovo lavoro e inizio a pagarmi le bollette da solo, contenta?

Contattatemi pure qui sul Fatto, scrivetemi, parlatemi dei vostri cari vecchietti, sarò il vostro damo, e se volete potrei fare anche un video ritratto d’autore ai vostri cari, tutto compreso nel prezzo. Non pretendo molto, mi bastano 800 euro al mese, non ho grandi vizi, sono un fumatore ma posso astenermi durante il mio impegno di lavoro. Adoro il volto segnato degli anziani, ogni solco è un sentiero di vita. Vivo a Milano, convivo con un orsacchiotto di peluche crocifisso in un quadro, e vivo come un pensionato senza pensione, faccio la spesa la mattina, aleggio nel quotidiano con la leggerezza di una piuma, sono un uomo profondo, talmente profondo che a volte mi perdo in me stesso, ma poi basta un sorriso di un passante e mi ritrovo.

Oggi godimento doppio per chi ha tempo, vi lascio con un video curriculum e con un film che ho fatto anni fa a un pensionato del mio quartiere che vive da solo e come unica compagnia ha un pappagallino di nome Sonny. Pensateci: avere come damo di compagnia Ricky Farina, sono cose che non capitano tutti i giorni, sono fortune insperate, sono doni che vengono dal cielo. Direi che ho avuto un’idea geniale, l’Italia è un paese che invecchia ogni giorno di più, non si fanno più figli, questo è il paese perfetto per i dami di compagnia di lusso. O no?