Lenovo ha annunciato i nuovi notebook ThinkPad T495, T495s e X395 equipaggiati con i processori AMD Ryzen 7 Pro di seconda generazione. Si affiancano ai già esistenti ThinkPad T e ThinkPad X. Oltre alla dotazione tecnica, fra i punti di forza di questi prodotti c’è il peso inferiore a 1,36 kg, che li rende adatti come strumenti per lavorare in movimento.

Il produttore promette un’autonomia fino a oltre 16 ore e un incremento delle prestazioni del 18 percento rispetto alla generazione precedente. La dotazione AMD ha inoltre il merito di mettere a disposizione la tecnologia Radeon FreeSync 3 che innalza la qualità dei pixel dello schermo e contribuisce a una riproduzione fluida dei contenuti multimediali. Caratteristiche che favoriscono video, presentazioni e giochi. Sono inoltre da tenere in conto la procedura G-force di controllo sui rischi di impatto, e la conformità agli standard militari per la resistenza a urti, liquidi e altro.

Rispetto ai predecessori, i nuovi modelli offrono inoltre uno schermo migliore, un modello da 14 pollici Full HD (1.920 x 1.080 pixel) con una luminosità di 400 candele al metro quadro. Immancabile la tradizionale tastiera ThinkPad retroilluminata con luce bianca, che permette di lavorare anche in assenza di luce ambientale.

Sui nuovi modelli AMD esordiscono anche i doppi microfoni ad ampio raggio, che permettono di ridurre problemi di audio, voci incomprensibili e distrazioni durante le videochiamate, dovute al rumore di fondo. Per tutti i modelli è disponibile anche una docking station che si aggancia lateralmente al notebook e che ne migliora la connettività.

Sul fronte della sicurezza si rinnovano soluzioni già note e apprezzate della gamma ThinkPad, come l’otturatore ThinkShutter che copre fisicamente la webcam per proteggere gli utenti da intrusioni via web. Sui modelli T495s e X395 è inoltre previsto il filtro opzionale ThinkPad PrivacyGuard, che serve per evitare che persone vicine riescano a leggere i contenuti dello schermo.

I modelli equipaggiati con processori Ryzen PPRO di seconda generazione hanno inoltre in dotazione esclusiva la soluzione AMD Memory Guard, che aiuta a proteggere il notebook da attacchi di hacker, anche nel caso in cui abbiano accesso fisico al sistema.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cuffie Apple AirPods 2, integrazione software e autonomia di alto livello si fanno pagare

prev
Articolo Successivo

Il Traduttore di Google non rimpiazza i traduttori umani, Wikipedia ne sa qualcosa

next