Ha scoperto che il marito si era abbonato ad un canale porno sul satellite e questa cosa l’ha mandata su tutte le furie, tanto da portarla ad impugnare la pistola e ucciderlo. È successo a Pine Bluff, in Arkansas, negli Stati Uniti. Patricia Hill, 69 anni, ha deciso di punire il marito Frank, 65 anni, come riporta l’Independent. Così, prima l’ha minacciato di morte, poi dalle parole è passata ai fatti, sparandogli diversi colpi alle gambe e alla testa. La donna ora è sotto processo con l’accusa di omicidio e in tribunale si è dichiarata non colpevole, affermando di essere legittimata ad uccidere, perché la pornografia è un affronto a Dio e al matrimonio. 

La donna, secondo quanto ricostruito dalla pubblica accusa in tribunale, avrebbe avvertito più volte il marito di cancellare quel canale, arrivando anche a cancellarlo lei stessa. Ma l’uomo, ignaro delle minacce della moglie, sistematicamente lo ripristinava. Dopo l’ennesima lite, la donna è passata così ai fatti: ha preso una pistola calibro 22, ha affrontato il marito e gli ha sparato uccidendolo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ciao Darwin, concorrente rischia la paralisi, Mediaset e Paolo Bonolis: “Abbiamo attivato la polizza assicurativa”

next
Articolo Successivo

Belen Rogriguez è incinta? Questo gesto di Stefano De Martino insinua il dubbio nei fan

next