Cristiano Ronaldo, no Giorgio Chiellini ed Emre Can. Ci sono una buona notizia e due cattive nella lista dei 21 convocati di Massimiliano Allegri per l’andata dei quarti di finale di Champions League contro l’Ajax, in programma in Olanda mercoledì alle 21. L’allenatore della Juventus avrà a disposizione il fuoriclasse portoghese, abile e arruolato dopo l’infortunio patito contro nella sfida in nazionale contro la Serbia. Dovrà invece fare a meno di Giorgio Chiellini, fermato da una contrattura al polpaccio sinistro come conseguenza di una botta ricevuta nei giorni scorsi, e di Emre Can, a causa di una distorsione alla caviglia destra rimediata sabato scorso contro il Milan.

Se il recupero di CR7 è tranquillizzante per la fase offensiva, Allegri dovrà invece ripensare la sua Juventus davanti a Szczesny. Oltre a Chiellini, infatti, nel ritorno degli ottavi contro l’Atletico Madrid anche Can era stato protagonista nell’undici titolare che aveva ribaltato l’Atletico allo Juventus Stadium. L’inserimento del turco nella linea a 3 della difesa era stata una delle mosse tattiche in grado di spiazzare gli uomini del Cholo Simeone.

La presenza di Chiellini e Can era apparsa in fortissimo dubbio già in mattinata, poiché entrambi erano assenti durante la rifinitura alla Continassa prima della partenza per Amsterdam. Mentre Ronaldo era regolarmente in campo con i compagni. “Chiellini è un calciatore molto importante per loro ma hanno diversi giocatori che possono prendere il suo posto”, ha detto in conferenza stampa l’allenatore dei Lancieri, Erik ten Hag.

“Dovremo sicuramente dare il massimo – ha aggiunto – La Juve è una squadra esperta, può giocare in diversi modi. È un altro grande ostacolo da superare dopo il Bayern e il Real Madrid. Giocheremo come facciamo di consueto, dovremo essere bravi a leggere la partita”.

Il ritorno del fuoriclasse portoghese consentirà ad Allegri di ricomporre il duo d’attacco con Mario Mandzukic, fresco di rinnovo contrattuale: alle loro spalle, nel 4-3-1-2 di partenza, agirà Bernardeschi, che ha scavalcato Dybala nelle gerarchie europee del tecnico livornese. In difesa, invece, senza Chiellini, spazio a Rugani al fianco di Bonucci, con Cancelo e Alex Sandro sulle corsie esterne, per frenare l’attacco dei lancieri, capaci, in questa stagione, di segnare già 100 gol solo in campionato.

Il quadro dei quarti si apre questa sera con le sfide Tottenham-Manchester City e Liverpool-Porto, entrambe in programma alle 21. Mentre domani, oltre ad Ajax e Juventus, scenderanno in campo Manchester United e Barcellona. Il ritorno delle quattro partite è in programma martedì e mercoledì prossimi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Champions League, Allegri: “Difficile che Cristiano Ronaldo ci sia contro l’Ajax”

prev
Articolo Successivo

Ajax-Juve, fermati 120 tifosi bianconeri ad Amsterdam: avevano manganelli, coltelli e spray al peperoncino

next