Reggiseni hot, guepiere al limite del sadomaso e perfino i frustini. Dopo aver pubblicato un libro e lanciato un marchio dedicato al benessere e al lifestyle, Gwyneth Paltrow ha deciso lanciare anche una sua linea di lingerie sadomaso. Sono lontani i tempi in cui la bionda attrice recitava in Shakespeare in Love: ora Gwyneth si è rilanciata come designer di completini intimi altamente sexy, in pieno stile “Cinquanta Sfumature di Grigio“. Le sue creazioni sono dedicate in particolare agli amanti del sadomaso e del bondage.

Il tutto ricercatissimo e molto chic, in pieno stile Gwyneth: si va dai reggiseni in vera pelle con borchie e ganci, ai frustini e ai mini slip. Il reggiseno “Nude” con le borchie costa 352 euro, mentre, per chi volesse osare, il frustino di pelle a 16 fili, realizzato in Inghilterra in vera pelle di mucca è disponibile per “soli” 269 euro. Nemmeno gli slip in latex, abbinati al reggiseno e perforati in ogni dove, sono proprio low cost: 359 euro, ma volete mettere per un capo “scioccante, sexy, e sovversivo al punto giusto” come dice la descrizione? Il tutto si può acquistare sempre sul suo sito di e-shop, Goop, che commercializza questa linea da inizio anno e sembra che sia molto richiesta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Le Iene, Bruno Barbieri e i rumori nella stanza accanto. Lo chef chiama preoccupato la reception: “Stanno trom***o una, credo in sette o otto”

prev
Articolo Successivo

Fiorella Mannoia, esce “Personale”, un disco di speranza: “Io pentita di essermi esposta per il M5S? No, sono più arrabbiata”

next