Un’immagine bianca con impressa sopra la scritta: “Potrà capitarti di bere, ma non annegherai” pubblicata su Instagram. È iniziata così la querelle social che vede protagonista Lodovico “Lodo” Guenzi, il cantante de Lo Stato Sociale dall’anno scorso giudice di X Factor al posto di Asia Argento, travolto dagli insulti razzisti dopo che in questo suo post ha rivelato ai fan che “Niente di speciale“, uno dei brani più apprezzati della band bolognese da cui è tratta la frase riportata sopra, ha come protagonista una ragazza di origine etiope. “Lei era metà etiope e metà italiana, e odiava tuffarsi. Avevo letto che le persone di colore sono meno predisposte per il nuoto e di più per la corsa per questioni di densità ossea, ma non credo fosse quello il problema”, ha scritto Lodo nel suo post svelando la storia del brano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Lei era metà etiope e metà italiana, e odiava tuffarsi. Avevo letto che le persone di colore sono meno predisposte per il nuoto e di più per la corsa per questioni di densità ossea, ma non credo fosse quello il problema. Abitava in un monolocale da 35 metri quadri, e ad aprire la porta scappava questa piccola gatta bianchissima, ancora più bianca tra le sue braccia. Il nome della sorella non lo dico, ma mi ricordava un cartone di quando ero piccolo. Le piaceva litigare per i rimborsi dei treni. E le piacevano le mie mani, e i miei capelli. E poi niente, nessuno lasciò il proprio compagno, e per fortuna per quanto mi riguarda. Che per quella con cui stavo mi getterei nel fuoco anche adesso, mentre a lei non ho neanche voglia di rispondere a una mail. Ma io ho ancora paura di crescere, di non trovare il modo per non far crollare come un bambino il castello di sabbia più bello che abbia mai fatto, di smetterla di costruire per distruggere. E tengo ancora le mani a chi per un po’ ha avuto paura a tuffarsi. Va a finire che ti porto al mare. #rocknroll #milano #bologna #regaz #nientedispeciale

Un post condiviso da Lodo Guenzi (@influguenzer) in data:

Di tutto il suo racconto però, l’unico dettaglio che ha colpito i suoi followers è stato il fatto che la ragazza fosse “metà etiope” e così il suo post è stato subito inondato dai commenti razzisti, con anche insulti nei suoi confronti e minacce di ritorsione nei confronti della band. “Stronzo razzista“, gli scrive qualcuno, e ancora: “Adesso la canzone è meno speciale“. La mole di commenti di questo genere è tale da spingere lo stesso Lodo Guenzi ad intervenire: “Posso chiedere gentilmente ai razzisti di non seguire questa pagina“, ha scritto nei commenti ma, rimanendo inascoltato, il cantante ha poi pubblicato in un post lo screenshot della frase e si è rivolto direttamente ai suoi followers: “Ho scritto la storia di Niente di speciale, una delle canzoni più amate della band. È legata ad una ragazza di origine etiope, non l’avevo mai raccontato questo dettaglio perché non faceva alcuna differenza. Mi sono ritrovato con della merda razzista sotto al post“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ho scritto la storia di Niente di speciale, una delle canzoni più amate della band. È legata ad una ragazza di origine etiope, non l’avevo mai raccontato questo dettaglio perché non faceva alcuna differenza. Mi sono ritrovato con della merda razzista sotto al post. Internet è quello che è e non mi importa di un paio di falsi profili che sparano stronzate come è normale sui social, però voglio cogliere l’occasione per chiedere a qualunque razzista di non avere a che fare con me. E non dico chi vota quello che non voterei, con lui voglio dialogare. Dico razzista. Se lo siete non ascoltateci in streaming, non comprate i nostri dischi, non venite ai nostri concerti, non votateci a Sanremo, non votate una mia band ad x factor, non mettetemi cuori, like, segui, non scrivetemi, non citatemi, non vogliatemi bene, fate altro, andate altrove, ciao e buona vita. L’effetto che fa a voi quello che altri hanno sulla pelle, è lo stesso che fa a me quello che voi avete in testa. #rocknroll #milano #nientedispeciale #bologna #regaz

Un post condiviso da Lodo Guenzi (@influguenzer) in data:

“Internet è quello che è e non mi importa di un paio di falsi profili che sparano stronzate come è normale sui social, però voglio cogliere l’occasione per chiedere a qualunque razzista di non avere a che fare con me. E non dico chi vota quello che non voterei, con lui voglio dialogare. Dico razzista – incalza Lodo -. Se lo siete non ascoltateci in streaming, non comprate i nostri dischi, non venite ai nostri concerti, non votateci a Sanremo, non votate una mia band ad x factor, non mettetemi cuori, like, segui, non scrivetemi, non citatemi, non vogliatemi bene, fate altro, andate altrove, ciao e buona vita. L’effetto che fa a voi quello che altri hanno sulla pelle, è lo stesso che fa a me quello che voi avete in testa”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

TirchioTreni, ecco la bellissima sorpresa pensata per un 8 marzo speciale

prev
Articolo Successivo

Isola dei Famosi 2019, Barbara D’Urso: “Sono amica di Riccardo, non avrei agito così”. La moglie di Fogli: “Mio marito mi crede, il resto è schifo”

next