Alessandra Amoroso, reduce dalla prima tappa del “10 Tour” di ieri sera in un Pala Alpitour di Torino tutto esaurito, è al settimo cielo. La incontriamo nel salottino del backstage, sempre sorridente, mentre spiega le emozioni del “post show”. Un grande spettacolo dal vivo che celebra i suoi dieci anni di carriera, con 33 canzoni, e che riproduce sul palco e sui mega schermi una grande casa social. Non è un caso. Amoroso ha sempre avuto un contatto diretto con i suoi fan, che non a caso chiama Big Family, e li ha sempre resi partecipi della sua vita – con la dovuta discrezione e garbo – nei momenti felici ma anche in quelli più difficili. “Sembra come se il mio corpo fosse formato da una parte di loro. Senza pregiudizi, senza criticare, ma mi sono stati sempre accanto. E’ su questo che abbiamo fondato tutta la nostra “relazione”. Siamo tanti e abbiamo trovato il nostro equilibrio. Grazie a loro so che posso contare su tante persone che mi sostengono, anche quando a volte la vita è un po’ faticosa, a causa di alcune mancanze importanti che a volte sono difficili da gestire”, ci confessa.

Un’artista dunque a cuore aperto, non solo nel contatto quotidiano “occhi davanti agli occhi” ma anche sui social. E proprio sui social Alessandra non si è mai schierata politicamente, ma ha sempre lanciato messaggi positivi per stemperare la situazione sociale e politica, messaggi di tolleranza, solidarietà, dialogo e amicizia. Proprio una sua amica, Emma Marrone, è stata recentemente vittima di un attacco su Facebook da parte del consigliere leghista di Amelia, in provincia di Terni, che le ha scritto: “Faresti bene ad aprire le tue c… facendoti pagare per esempio”, dopo che Emma aveva invitato i politici ad “aprire i porti” per accogliere in maniera solidale gli immigrati.  “Io non posso dire cosa ho scritto a Emma, però mi è dispiaciuto tanto. – spiega la Amoroso – Una persona deve essere libera di esprimere il proprio pensiero. Quando lo fai, non va bene… Quando non lo fai, non va bene… Per non parlare di chi poi ti punta il dito e dice ‘tu sei cantante e non puoi permetterti di dire cose’. Sinceramente mi sembra tutto molto stupido… E non dimentichiamo che in tanti Paesi ci sono donne che lottano quotidianamente contro una situazione perenne di odio. Emma ha il suo pensiero, l’ha voluto dire, brava! Sono altri quelli che dovrebbero vergognarsi”.

Dalla pratica ai fatti. Proprio la chiusura del concerto di Alessandra è affidata al brano “Forza e coraggio”. “Come dice il titolo stesso, è un invito e un inno a non mollare mai e combattere sempre per ciò in cui si crede, anche a costo di scontrarsi con le difficoltà di ogni giorno”, spiega. C’è anche una frase nella canzone: “Sempre servono forza e coraggio, amarsi senza alcun appoggio come hanno fatto Luca e Sergio”, che evidenzia l’attenzione e la sensibilità della Amoroso verso le tematiche gay e LGBT. Non è passato inosservato neanche l’attacco mediatico contro il suo amico Biagio Antonacci che ha sposato civilmente un paio di suoi amici e ha postato il video sui social, condividendo un momento di amore e gioia. Sotto quelle immagini si sono riversati anche gli attacchi da parte di molti omofobi e non solo.

“La verità è che adesso con i social si hanno molte più possibilità di esprimersi – spiega Alessandra -. Ci sono cose che mi fanno sorridere, ma ci sono anche volte che vorrei prendere a schiaffi chi scrive certe frasi. Quello che ho capito e che mi dispiace veramente, è che le persone pur di avere un like, sono disposti a scrivere parole tremende su chiunque. Non si riesce più a essere felici per l’altro. Se sei in seria difficoltà ti dicono ‘mi dispiace poverina’, ma quando sei felice sembra che ti vogliano affossare, è come se non si riuscisse a condividere la felicità degli altri. I social ci darebbero tante possibilità di vedere, capire e studiare il mondo. Ma adesso intorno a me vedo solo schifo e odio e guerra, perché? Potrebbero nascere tante cose belle e invece c’è tanto odio”.

Ma la Amoroso non si scoraggia e anzi rilancia con un messaggio forte e chiaro: “La paura che ci circonda e quella che viviamo ogni giorno è solo di passaggio. Io oggi voglio vivere solo di entusiasmo di gioia e voglio girare l’Italia per trasmettere questo messaggio e invitare gli altri al dialogo. Questa è l’energia vera di cui abbiamo bisogno e non dobbiamo mai mollare”. Il viaggio di Alessandra partito ieri da Torino, prosegue con tappe in tutte le Regioni d’Italia con un sold out dietro l’altro, fino a maggio. A luglio il gran finale con il mega raduno del fanclub a Roma. Poi i riflettori si spegneranno e per l’artista inizierà una pausa: ha infatti dichiarato che si dedicherà per un po’ di tempo alla vita privata e alla sua famiglia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Keith Flint, “il cantante dei Prodigy si è suicidato dopo la rottura con la moglie e la vendita della casa”

prev
Articolo Successivo

Uomo entra all’improvviso in una scuola di danza: torso nudo, pantaloni abbassati e solo un velo d’argento sui genitali, si lancia in un ballo è scappa via

next