L’ultima nata, anche se non l’ultima in assoluto c’è da scommettere, sulla piattaforma elettrificata Meb del gruppo Volkswagen è la concept (ma non troppo) che vedete qui sopra. Si chiama el-Born ed è una proposta del marchio spagnolo Seat, che dunque sarà il primo dopo Vw (che proporrà la ID, di cui questa spagnola a batteria è stretta parente) a mettere sul mercato una vettura 100% elettrica. La batteria è da 62 kWh e permetterà un’autonomia di 420 km nel ciclo Wltp: con sistemi di ricarica da 100 kW, basteranno tre quarti d’ora per avere il pieno di elettroni all’80%. Il motore, infine, potrà contare su una potenza equivalente a 204 cavalli, per uno scatto da 0 a 100 orari in sette secondi e mezzo. La Seat el-Born, o meglio la sua versione definitiva che potrebbe anche non chiamarsi così, arriverà il prossimo anno e porterà in dote un sistema di guida autonoma di livello 2 (potrà azionare da sola sterzo, freno e acceleratore, nonché fornire assistenza nel parcheggio).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Polestar 2, l’anti Tesla Model 3 sbarca al salone di Ginevra – FOTO

next
Articolo Successivo

Alfa Romeo, il nuovo sport utility compatto si chiamerà Tonale. Ecco le prime immagini “rubate”

next