Quando in tanti si interrogano sul senso dei Saloni Auto, in attesa di quello di Ginevra, c’è qualcuno che li sceglie per presentare al mondo una nuova monoposto che prenderà parte al prossimo Campionato di Formula 1.
Il Salone in questione è quello del Canada, che si svolge a Toronto dal 1974 ed è il primo lancio assoluto di un team Formula Uno in questa sede.

Il team è SportPesa Racing Point F1. Nato l’anno scorso sulle ceneri della Force India, è stato fondato da un consorzio creato da Lawrence Stroll, collezionista di auto, appassionato di motorsport e ricco imprenditore canadese: c’è lui dietro nomi come Tommy Hilfiger e Michael Kors.

Nella scorsa stagione di Formula 1 il team ha fatto 9 gare e ha avuto diversi problemi finanziari che ormai sono stati superati grazie a novi partner e sponsor. Tra questi è importantissima la nuova partnership annunciata con SportPesa. Nata nel 2014 in Kenya, è una società di scommesse online e lotterie, attiva nel settore della tecnologia e dell’entertainment, che opera in Tanzania, Sud Africa, Inghilterra e, da qualche tempo, anche in Italia.

SportPesa è un mix della parola “sport” e di una parola swahili che vuol dire soldi. Proprio quelli che servivano alla squadra per ripartire in questo nuovo Campionato. E il futuro adesso sembra roseo, proprio come la livrea della macchina appena svelata in occasione dell’evento al quale hanno partecipato tutti i membri del team, gli sponsor e i partner. Accanto al rosa è stato aggiunto il colore blu sugli alettoni anteriore e posteriore e sul cupolone copri motore.

Durante la presentazione Otmar Szafnauer, Team Principal della squadra, ha detto che “il colore rosa diventerà iconico nel giro di due anni e si sposa benissimo col blu del brand SportPesa”. Sempre Szafnauer ha spiegato che il nome del team è stato scelto dopo un lungo brainstorming iniziato ad agosto dell’anno scorso che si è concluso con la decisione di inserire la parola “racing” perché vogliono “correre, compere e scalare la classifica per vincere il più possibile”. Concetti sottolineati anche dai due piloti presenti, Sergio Perez, che ha alle spalle già 155 gare, e tanta esperienza, e Lance Stroll, classe 1998 e un cognome impegnativo, visto che suo papà ha creato la squadra.

Il Direttore Tecnico, Andrew Green ha spiegato che la nuova monoposto è stata fatta mantenendo come base la vecchia macchina ma apportando le modifiche principali all’ala anteriore, per rispettare le nuove specifiche del regolamento. Motore sempre Mercedes per il team con sede a Silverstone che si pone come obiettivo quello di continuare a crescere nei prossimi mesi visto che “vogliono tornare sul podio” come ha detto Lance Stroll, citando le parole di suo papà durante la presentazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

DS3 Crossback, in rampa di lancio La Première in edizione limitata – FOTO

prev
Articolo Successivo

GT X Experimental, il concept futuristico. Le Opel di domani saranno così – FOTO

next