In topless davanti al senato francese contro la depenalizzazione del reato di violenza sessuale. Quattro attiviste Femen hanno protestato vestite da “giustizia”, bendate brandendo una bilancia e una spada, contro le riforme che includono disposizioni che vedrebbero molti casi di stupro e violenza sessuale classificate come reati minori. Il governo sostiene che le riforme in discussione mirano ad accelerare il processo giudiziario, non a depenalizzare i reati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

El Chapo condannato a New York: il re della droga messicano rischia l’ergastolo

next
Articolo Successivo

Bolsonaro teme il sinodo sull’Amazzonia. “Paura che la Chiesa critichi il governo”: i servizi segreti spiano vescovi e parroci

next