In topless davanti al senato francese contro la depenalizzazione del reato di violenza sessuale. Quattro attiviste Femen hanno protestato vestite da “giustizia”, bendate brandendo una bilancia e una spada, contro le riforme che includono disposizioni che vedrebbero molti casi di stupro e violenza sessuale classificate come reati minori. Il governo sostiene che le riforme in discussione mirano ad accelerare il processo giudiziario, non a depenalizzare i reati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

El Chapo condannato a New York: il re della droga messicano rischia l’ergastolo

prev
Articolo Successivo

Bolsonaro teme il sinodo sull’Amazzonia. “Paura che la Chiesa critichi il governo”: i servizi segreti spiano vescovi e parroci

next