Elena Sofia Ricci è tornata sul piccolo schermo nei panni di suor Angela nella serie di Rai1 “Che Dio ci aiuti” ma gli ultimi sono stati mesi difficili per l’attrice a causa della morte della madre. Le due erano molto legate e, proprio per questo, Elena ha rivelato a Mara Venier nel corso dell’ultima puntata di Domenica In di non aver detto alla madre quelle che erano le sue reali condizioni di salute. Il motivo? Elena Sofia Ricci ha spiegato di averle voluto risparmiare ulteriore dolore e preoccupazione in quelli che sarebbero stati i suoi ultimi mesi di vita.

Poi, l’attrice è tornata a parlare degli abusi subiti all’età di 12 anni, spiegando perché non abbia mai detto nulla prima: “Una persona mi doveva riaccompagnare da un viaggio e durante questo ha abusato di me. Non voglio dire altro, perché mi fa male. Avevo 12 anni ero una bambina, ma non lo ero perché ero in piena povertà, mi è scattato un senso di colpa molto forte, la vergogna, tutti sentimenti che non dovrebbe avere una bambina che dovrebbe avere la forza di parlare. Io avevo imparato ad essere una bambina che non dava dispiaceri, quindi ho taciuto per il bene di mia mamma. Per lungo tempo ho fatto in modo di non frequentare più la famiglia, poi quel signore era grande ed è morto. Mi ero promessa però che alla prima volta dopo la morte di mia madre lo avrei detto, perché sto dalla parte delle bambine”.